Il Proponente dovrà presentare la domanda di attivazione dello spin-off, così come riportata nello schema tipo disponibile on-line, presso l'ufficio ILO e Terza Missione, il quale la sottoporrà all'attenzione della Commissione spin-off. Il progetto di spin-off è approvato, previa istruttoria della Commissione spin-off, dal Consiglio di Amministrazione dell'Università su proposta del Senato accademico, acquisito, se necessario, il parere del Consiglio di Dipartimento di afferenza del/i Proponente/i. Qualora l'Università partecipi allo spin-off in qualità di socio, il Consiglio di amministrazione dell'Università deve altresì indicare la quota di capitale sociale sottoscritta dall'Università e designare il rappresentante dell'Università nel Consiglio di amministrazione della società.

La Commissione è nominata dal Rettore ed è così composta:

  1. Rettore (membro fisso);
  2. delegato del Rettore al trasferimento tecnologico (membro fisso);
  3. un membro esperto nel settore di attività di interesse dello Spin Off costituito o costituendo, individuato tra i dipendenti dell’Università oppure tra quelli di altre università italiane, secondo il principio di reciprocità (membro variabile);
  4. due membri scelti tra il personale docente dell’Università (membri fissi).